Cinque anni.

E tu hai già cinque anni, si. CINQUE ANNI. E il problema fondamentalmente è che io non sono bravo abbastanza. Non sono bravo abbastanza per te, per coinvolgerti nei giochi quanto e quando vorrei, per insegnarti più cose di quanto non riesca a fare, per esserti d’aiuto con le tue cose, i tuoi problemi piccoli e grandi, la tua smania di vita.  Riesco solo a farti ridere quando sono con te, a svegliarti al mattino e prepararti per l’asilo, a farti da mangiare qualche volta, a leggerti libri ed insegnarti come attaccare le figu, come dici te, a farti compagnia quando ti vuoi addormentare. Non me la sento di iniziare con tutti i “vorrei” del caso, non è giusto perché so benissimo che sta solo a me riuscire a fare di più e di meglio. Il rapporto tra un padre e un figlio è quanto di più complicato ci sia, da costruire, o almeno quanto di più complesso sia capitato a me di dover fare. Mi sforzo, quando ce n’è il bisogno, di essere più duro di quanto io sia realmente, anche se in realtà dentro sono così:

walls

                                                        (Tratto da Rat-Man 112, di Leo Ortolani)

Tanti auguri di buon compleanno, piccolo mio, spero solo di essere alla tua altezza, sempre – o almeno quasi sempre.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...