Tira una brutta aria

In Europa, nel 2013.

Tra calciatori che fanno saluti romani e dicono di non sapere il significato del loro gesto

(Giorgos Katidis, AEK Atene, radiato a vita dalle nazionali greche)

e – soprattutto – Presidenti del Consiglio che premiano razzisti antisemiti, modificano la Costituzione del proprio Paese in senso autoritario ed antieuropeista (Viktor Orbàn, primo ministro dell'Ungheria),

tira una brutta aria, sono serio. Tutto questo è successo oggi, in Europa. Sveglia, gente, che la volta scorsa se ne sono accorti troppo tardi, e sappiamo tutti com'è andata a finire.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...