Aspettando Germania-Italia

Ci vorrebbe un po' di leggerezza, e tanto senso dell'umorismo.
Nella vita in generale, dico. E nel calcio in particolare.
Tutti sempre all'erta, tutti pronti a gettar fango sulla Nazionale, e il calcio scommesse, e i gay, e i metrosexual (questi, lo ammetto, mi erano nuovi, come categoria), e le battute sui gay, e Balotelli che non esulta, e lo spread, e il braccio di ferro Monti-Merkel, e le stragi di animali in Ucraina, e chi più ne ha più ne metta.

Oh ma che noia, dico io! E rilassatevi un pochino!

E soprattutto, cerchiamo di dare alle cose la loro giusta importanza. Una partita di calcio è un'attività sportiva se sei un giocatore, un momento di relax se sei uno spettatore. NON è una questione di vita di morte, non si decidono i destini delle nazioni, non entrano in gioco le diplomazie internazionali. Non ci sono i caschi blu, c'è un arbitro, due guardalinee, un quarto uomo – e in questa manifestazioni pure due giudici di porta. Professionisti del settore, ma fallibili, e consapevoli che una loro decisione sbagliata non influenzerà vite, destini, economie.

Diamo a Monti e alla Merkel quello che è di Monti e della Merkel, e a Prandelli e a Loew quello che è di Prandelli e Loew.

Siamo un paese strano, noi italiani. Un paese che si indigna più per la boutade di Cassano sui gay (ma da quando in qua Cassano, che avrà si e no la Terza Media, è un opinion maker in materia di omosessualità?) che per dei poliziotti che insultano su un noto social network la mamma di un ragazzo che è stato ammazzato da loro stessi.

Eppure Fantozzi ve l'aveva detto già nel 1976, che guardare una partita di calcio in santa pace è un diritto dell'homo italicus.
Ah già, c'è anche gente che non ride mai, che non gioisce mai guardando un qualsiasi evento sportivo, che non guarda film leggeri, che non ascolta la radio neanche dietro minaccia armata. Sono gli stessi che il giorno in cui l'Italia gioca contro l'Inghilterra guardano la Corazzata Potemkin. Però i novantadue minuti di applausi, guarda caso, se li è presi lui, il Ragionier Fantozzi, quello che ha avuto il coraggio di dire che secondo lui, "La corazzata Potemkin è una cagata pazzesca!"

Bene, fate una cosa, o voi, se mi leggete. Pensate allo spread, agli accordi salvadebito italiano, al PIL, ai titoli tossici. Poi se vi avanza un minuto pensate anche al povero Aldrovandi, o a Cicchitto che dice che i parlamentari, ad agosto, vogliono andare in ferie, che ad agosto le maggioranze non si trovano. Indignatevi per questo, e non per altro. Altrimenti, potreste pure essere scambiati per quei "malati di pallone" che tanto detestate.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...