Le mie 10 canzoni preferite degli anni ’00

Non credo ci sia bisogno di tante spiegazioni, questo post è l'ovvia prosecuzione del precedente. 😉

10. Piano Magic – Love and Music
Un disco di un'intensità straordinaria, una voce incredibilmente espressiva. Di "disaffected" avrei potuto sceglierle più o meno tutte, vado con quella che mi colpì maggiormente al primo ascolto.

9. Decemberists – The Engine driver
Il folk-rock è morto? L'indie folk-rock sta benissimo. Per quanto io odi le definizioni di generi musicali. Picaresque è un disco che – ingiustamente – molti non conoscono, e i Decemberists sono uno dei gruppi più convincenti dell'intera decade. Nella scelta, l'ha spuntata all'ultimo tuffo "the engine driver" su "the mariner's revenge song", non perché la seconda sia più brutta, anzi, ma è solo perché è un po' lunghetta, e forse, se non conoscete i Decemberists, non è un buon punto da cui cominciare.

8. Sigur Ròs – Untitled #8 (a.k.a. Popplagið)
Sono riuscito a fatica a lasciar fuori i Sigur Rós dalla lista degli anni '90 ma la motivazione è stata che sono arrivato a loro solo nel 2002. Questa è lunga, ma ve ne farete una ragione. Tra l'altro, stiamo parlando del gruppo più bravo che mi sia mai capitato di sentire dal vivo. Questa canzone chiuse il loro concerto al Saschall, e io non avrei potuto sperare in un finale migliore.

7. The Mars Volta – Televators
Oh, che ci posso fare se mi garbano le canzoni lunghe? Però gente, sentite che voce ha questo qua, sentite che bella questa canzone. Sono minuti spesi bene, fidatevi. E se vi piace, ascoltatevi anche tutto il disco.

6. Yuppie Flu – Silverdeer
Questo è stato decisamente un buon decennio per la musica italiana. Una parte del merito va anche, ovviamente, agli Yuppie Flu, che a dispetto del nome e del fatto che cantano in inglese, sono italianissimi. E sentite quanto è dolce questa canzone.

5. Vinicio Capossela – Ovunque proteggi
Si, lo so. Vinicio Capossela è un copione, è uno che si atteggia troppo ad artista, è uno che canta come è capace di fare, e a volte va un po' fuori. A volte è troppo barocco, a volte troppo essenziale. Però a volte è anche un incredibile poeta. Come in questa canzone: "Quando arrivi, quando verrai per me, guarda l'angolo del cielo, dov'è scritto il tuo nome, è scritto nel ferro, nel cerchio di un anello"

4. Blonde Redhead – Elephant Woman
Poiché non sapevo decidermi su quale canzone scegliere da "Melody of certain damaged lemons", ne ho scelta una da un altro disco. Perché la voce di Kazu è troppo dolce, e questa canzone è una vera e propria gemma. "Will you shed no tears for broken me?"

3. Interpol – Stella was a diver and she was always down
Il New wave come genere musicale resta circoscritto a quei favolosi anni ottanta. Però nel 2002 gli Interpol hanno dimostrato che si possono fare ancora degli ottimi dischi, partendo da questo genere. Una delle band più imitate del decennio, ascoltando questo pezzo (ma anche uno qualsiasi tratto dai loro primi due dischi) si capisce bene perché.

2. Giardini di Mirò – Rise and fall of academic drifting
Per una serie di strane concatenazioni della vita, questa canzone mi riporta alla memoria il giorno in cui è nato mio figlio, perché era quella che ascoltavo in macchina mentre tornavo dall'ospedale. Come se non bastasse, l'ascoltavo anche mentre gli scrivevo questa letterina. Pace, emozione, energia. i Giardini di Mirò sono indubbiamente il mio gruppo preferito degli anni "zero", e questo pezzo è quello che a livello emotivo mi lega di più a loro.

1. Massive Attack – Atlas Air
Come ti chiudo degnamente il decennio. I Massive Attack sono stati (e sono, a dire il vero insieme ai Portishead) uno dei gruppi della mia vita. E questa canzone, uscita nel 2010, rappresenta per me la quintessenza della loro produzione artistica. Fanno un disco ogni cinque anni, in media. Se il livello è questo, va bene così.

Fuori classifica, perché si: Radiohead – Pyramid Song
Ditemi quello che volete: scelta banale, scelta prevedibile. Ditemi tutto. Poi ascoltatela e ne riparliamo. Io ci sprofondo dentro ogni volta.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...