ma allora non ci hanno preso tutto!

Mentre in questi giorni in Italia (e nel mondo) impazza il Ruby-gate, e noi assistiamo impotenti ai deliri di un Pecorella qualsiasi, fa piacere constatare che forse, lentamente, qualcosa sta cambiando, rispetto al triste ma doveroso sfogo degli Offlaga Disco Pax di Tatranky.

Una delle mie pubblicità preferite dei gloriosi e inarrivabili anni 80 era questa, del Ciocorì, la risposta firmata Motta al Kinder Cereali.

Da bambino, preferivo sinceramente (e forse anche politicamente) il primo al secondo.
Poi è caduto il muro di Berlino, e i primi venti della globalizzazione hanno cominciato a soffiare. Nel 1993, la Motta viene acquisita dalla Nestlè. Il Ciocorì comincia a sparire.
Poi, in tempi più recenti, il miracolo: nei passaggi di proprietà tra Nestlè, Motta, Alemagna, Buondì e Bistefani, il Ciocorì torna in mano nostra. E dal 2006 è prodotto dal gruppo Buondì Bistefani S.p.A., sede a Milano, stabilimento produttivo a Castelleone (CR). C'è scritto nel nuovo incarto del Ciocorì di oggi.

Perché in fondo in fondo, non ci hanno ancora preso tutto. Possiamo ancora riprenderci qualcosa in più delle briciole. Magari basta solo volerlo, in fondo, se persino Nicole Minetti si permette di fare appelli alla decenza, in Repubblica Ceca avranno pure il diritto di riprendersi i Tatranky. O no?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...