La Bucaccia, Vinicio Capossela, le 21,26 e molto altro ancora.

(ovvero, il genere di cose che si scrivono durante i primi giorni di ferie)

Il 22 luglio, giorno del secondo anniversario di matrimonio, ci voleva un ristorante bello, che non cucinasse sempre le solite cose, che fosse buono e possibilmente non ci svenasse, o almeno ci colpisse di striscio. La scelta è caduta su La Bucaccia a Cortona, un posto splendido in un paese talmente bello da non credere quasi che sia così vicino a casa nostra. Dieci tavoli, non di più. Pareti in pietra. Gran carta dei vini (la scelta è caduta su un Syrah Smeriglio Baracchi, consigliato agli amanti dei rossi toscani "sostanziosi"), menù toscano ma con delle varianti sul tema, il tutto servito e accompagnato da cordialità e competenza nelle cose servite. Quel "qualcosa in più" che solo chi ha un'autentica passione per la cucina sa darti. Consigliato a chi ha voglia di passare una bella serata spendendo meno di cento euro in due. 😉

Il 24 luglio ho assistito al monologo di una Sabina Guzzanti combattiva come non mai, ancor più di come la ricordavo ai tempi di RaiOt. La sintesi estrema del suo spettacolo, intitolato "vilipendio", dove non risparmia bordate a nessuna parte politica, è questa: "mi dicono: ma tu sei troppo arrabbiata. Si! Ma come fare a non esserlo?". Applausi ripetuti a scena aperta, con torta di compleanno inclusa. Auguri e continua così, Sabina!

Il 25 luglio, poi, era finalmente il giorno del concerto di Vinicio Capossela ad Arezzo. Quel Capossela che ascolto ormai da dieci anni o forse più ma che per un motivo o per un altro non ero mai riuscito a vedere dal vivo. Beh, che dire? è valsa la pena di aspettare, perché un concerto così "spettacolare" e coinvolgente non lo vedevo veramente da tempo. Addirittura TRE sono stati i pezzi fatti appositamente per Arezzo, non so se mi spiego! Chi c'era sa di cosa sto parlando, per chi non c'era c'è sempre YouTube.

Il 31 luglio, infine, era l'ultimo giorno di lavoro. Peccato che sia durato fino alle 21,26. Ma non importa. Fino al 24 agosto non se ne riparli.

Dopodomani, 4 agosto, partiamo per il tour della Giordania. Vi farò sapere com'è andata col Tempio Maledetto, anche se non sono Indiana Jones. Per chi rimane in città, ci sono sempre i fuochi di San Donato, la pizza di Scugnizzo e il gelato del Crème Caramel. Lascia fare.

Annunci

One thought on “La Bucaccia, Vinicio Capossela, le 21,26 e molto altro ancora.

  1. anonymous ha detto:

    Francesca Sandroni writes:AH!!!! siete in Giordania!ecco spiegato l'arcano…nn si è sentito più nessuno!! Auguri ancora per i 30!Ciao!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...